A che Cosa Serve Inventare una Fiaba?

A CHE COSA SERVE

INVENTARE UNA FIABA?

E’ UNO STRUMENTO PER CONOSCERSI

E  INTANTO  PER CURARSI

Faccio inventar fiabe ai miei pazienti in psicoterapia  (e che ne invento regolarmente anche io) e si sono sempre rivelate utilissime. Ma  per che cosa?

1) Innanzitutto inventare una fiaba  è  un ottimo modo per  conoscersi e per comprendere le proprie dinamiche interiori con rapidità e  ricchezza di elementi. La fiaba offre una rappresentazione completa, in termini  e simbolici e figurati, di quanto sta accadendo nel nostro profondo  e permette di cogliere subito con l’intuizione i punti  fondamentali,  le relazioni di alleanza e di opposizione tra i vari personaggi e capire le forze su cui contare e gli ostacoli da superare, i percorsi da compiere e i pericoli da evitare.

2) Inoltre il solo fatto di rappresentare simbolicamente mediante una fiaba la propria situazione di vita sortisce un immediato effetto terapeutico perché avvicina i processi profondi inconsci (e anche corporei) alla coscienza.

3) Oltretutto l’immaginario offre un meraviglioso campo di esperimenti: illimitato ed innocuo per cercare soluzioni ai problemi. A livello immaginario possiamo continuare a inventare e provare infiniti percorsi, seguendoli fino alle loro estreme conseguenze, alla ricerca del modo migliore per superare una difficoltà, senza incorrere nei danni che un esperimento reale comporterebbe.

Nel corso degli anni ho applicato la tecnica di fiabazione a problemi della più varia natura e ho verificato che il metodo è utilizzabile in diversi campi.

Raccontare una storia usando la fantasia si è rivelato prezioso per facilitare il superamento di disturbi fisici e difficoltà affettive, relazionali, emotive e lavorative ed è applicabile efficacemente persino al ‘problem solving’  aziendale.

LA STRUTTURA DELLA FIABA

In effetti se consideriamo la  struttura della fiaba, con i suoi tre momenti tipici:

1)  della presentazione del problema

2)  della crisi

3)   della soluzione

ci accorgiamo che costituisce di per sé un perfetto strumento di problem solving che può essere applicato con le dovute modifiche a qualunque ambito e ordine di problemi.

Paola Santagostino

Questo brano fa parte del 1° capitolo del libro “Guarire con una fiaba” di Paola Santagostino Edizioni Feltrinelli o Urra Apogeo,  che è leggibile direttamente da questo sito nelle pagine a lato.

Dott.ssa Paola Santagostino: Psicoterapeuta specializzata in Medicina psicosomatica, vive a Milano dove tiene sedute individuali di terapia e di consulenza utilizzando anche le fiabe e conduce Corsi e seminari in tutta Italia.

Per contattare l’autrice : contatto@paolasantagostino.it 02.6555635.

CORSI SULLA FIABA con programma dettagliato.

4 Responses to “A che Cosa Serve Inventare una Fiaba?”

  1. Tamara scrive:

    Sto cercando un Corso veramente serio di Fiabaterapia e lei mi sembra la persona adatta, ho letto il suo libro e i suoi lavori. Serve una laurea in Psicologia? Io sto finendo il corso triennale di Counseling e vorrei usare anche le fiabe nella mia futura attività professionale.

  2. Luise scrive:

    Ottimo articolo! Veramente chiaro ed esaustivo. Oggi si tende a trascurare le fiabe e a non leggerle più ai bambini, invece è importante! Per me sono state di aiuto e di conforto anche nell’età adulta ( e tra i più bei ricordi della mia infanzia) e non le faccio certo mancare ai miei figli! Sono d’accordo che siano anche di aiuto come percorsi simbolici di soluzione, una specie di ‘problem solving’ che stimola anche a reagire e a darsi da fare a trovar soluzioni

  3. Cara Anna Maria, inventare delle fiabe è davvero di grande aiuto in tanti momenti della vita! Perchè le fiabe non solo riescono ad esprimere in forma simbolica le nostre dinamiche interiori più profonde, ma nello stesso tempo orientano anche la nostra energia verso forme migliori di equilibrio.
    E’ la struttura stessa della fiaba che (con la sua caratteristica di presentare situazioni drammatiche e imprese quasi impossibili da compiere, ma anche di tendere all’immancabile lieto fine) stimola le nostre forze a trovare delle soluzioni e ad aprire nuove possibilità. Si tratta di un processo naturale e prezioso perchè muove le strutture archetipiche e risveglia una saggezza antica che tutti ci portiamo dentro…
    Credo bene che oggi lei non potrebbe più inventare le stesse fiabe: è cambiato il momento e sono cambiate le sue dinamiche interiori!
    Ogni fiaba inventata è unica e irripetibile e appartiene al suo tempo interiore: è un piccolo miracolo di creatività che ha tutta la freschezza dell’attimo in cui avviene!
    Un affettuoso saluto e leggerò con vero piacere le fiabe che mi ha mandato. A presto.
    Dott.ssa Paola Santagostino http://www.pensieroecorpo.it

  4. Anna Maria scrive:

    Gentile dottoressa,come vede sono subito andata sul sito e ne sono entusiasta.Ho sperimentato personalmente il valore catartico e terapeutico della fiaba. Quelle che le ho inviato, infatti, sono nate in un momento particolarmente doloroso della mia esistenza, che si é trasformato in un momento magico e irripetibile, che mi ha aiutato a scaricare,in forma leggera, abbandonando temporaneamente la pesantezza e la durezza dell’esistenza reale,la mia profonda tristezza. Ora non saprei più riscriverle…!

  5. Marilena scrive:

    Cara Dottoressa, ho frequentato il suo Corso sulle fiabe e ne sono ‘entusiastissima’!!! Mi ha dato molto sia a livello personale che professionale. Non vedo l’ora di partecipare a al Corso di Formazione sulla Fiaba Terapia perché intendo applicare il suo metodo di anche nel mio lavoro. Ancora grazie! Marilena

Leave a Reply